di Deborah Fait


Deborah Fait

Sto partendo ma voglio lasciare alcune parole sul flop delle flottiglie, quelle di aria e quelle di mare. Flop, un superflop , le navi rimaste ferme in qualche porto greco, altre che hanno fatto pochi nodi per rientrare in Grecia frettolosamente scortati dalla Marina del paese, altre barche che non avevano nemmeno  i motori per partire, insomma, floppissimo su tutti i fronti.
E allora ecco che scatta il piano B: arrivare nello stato sionista in aereo per entrare nell’odiato paese e poter gridare agli sporchi sionisti “Free palestine” “Benvenuti in Palestina”.
Fallito anche il piano B.
Gli aeroporti europei hanno trattenuto circa 300 mangiatori di odio che, per vendetta, hanno fatto un caos tremendo obbligando l’aeroporto di Parigi a chiudere e a sospendere i voli.
I circa 200 arrivati in Israele sono stati, in un primo momento, spintonati  dagli stessi israeliani civili presenti e furibondi per i problemi che quei fanatici avvelenati erano venuti a creare nel paese. Poi sono stati presi dalla polizia e portati in galera mentre si sgolavano a urlare “Free Palestine”. Alcuni li hanno rinchiusi a Ramle, qui vicino alla mia citta’ ma non gli portero’ le arance e nemmeno le sigarette,  e altri nel Neghev nella bella prigione di Ela.
Bella davvero, io la vedo sempre quando viaggio verso Sde Boker e, da lontanto, sembra un villaggio vacanze con le mura tutte dipinte a colori pastello, giallo e violetto. Saranno stati contenti gli avvelenati, scommetto che le prigioni dei loro paesi non hanno un aspetto cosi’ accogliente e allegro. Speriamo che il vitto sia adeguato all’architettura della galera e che mangino bene e bevano meglio se no poi giu’ a dire che la cucina sionista fa schifo.
Chissa’, un buon bicchiere di vino del “territorio occupato del Golan” gli fara’ bene alla salute.
Stanno gia’ protestando pero’, dicono di essere stati trattati maluccio, si certo,  non gli avranno fatto trovare i garofani in cella o un bel vassoio di frutta.
Ma non e’ di questo che volevo parlarvi, lo avete letto e riletto. No, volevo parlarvi dei miei soliti monitoraggi  su internet e delle bave di rabbia che uscivano dalle tastiere di altri avvelenati mangiatori di odio, ammiratori dei floppisti. Voi non avete idea di cosa sono riusciti a scrivere e con quale rabbia e quale odio come se fosse lecito e normale invadere un paese straniero con bandiere nemiche, urlando alla Palestina.
Come se fosse normale non avere il minimo rispetto per la sovranita’ di uno stato legittimo e esistente e urlare per la sua distruzione.
Come se fosse normale per uno stato sovrano dover accettare un’invasione di pazzi furiosi pieni di odio, completamente isterici.
Tra le tante perle ho trovato questa frase scritta da un forumista malato di antisemitismo, la riporto tale e quale e vi assicuro che anche il copia incolla mi costa  brividi di disgusto:
“….e allora l’Europa deve rispedire in Israele tutti gli ebrei che ci sono in Europa, oppure arrestarli. Gli ebrei per quale motivo dovrebbero essere desiderati in Europa dopo che hanno un loro stato?Questo dovrebbero chiedere gli attivisti che non hanno potuto andare in Palestina. “

Cosa ne dite? Io spero che la Polizia Postale la legga perche’ questo obbrobrio e’ degno di una denuncia e dovrebbe costare anche la chiusura del forum dove e’ stata scritta.
L’autore, o autrice, e’ conosciuto come uno/a di sinistra. Vi meravigliate? No, non c’e’ nulla di cui stupirsi, i rossi e i neri si adorano quando possono sputare il loro veleno puzzolente contro Israele.
Questo obbrobrio dovrebbe fare inorridire i tanti ebrei di sinistra che difendono gli odiatori e li protegggono. Capito ebrei di sinistra? capito ebrei contro l’occupazione? Capito ebrei per una pace con giustizia? Capito? Dovete andarvene dall’Europa o l’Europa dovrebbe arrestarvi e magari portarvi in qualche lager riaperto all’uopo.
Continuate pure a sputare su Israele e a difendere questa feccia e prima o poi vi troverete con dei grossi problemi. Chi tradisce il proprio sangue, tradisce se stesso e merita solo disprezzo.
Avete capito, voi che difendete questa feccia, cosa pensano di voi i sinistri?
Scacciati o arrestati e perche’? perche’ anche se siete in Europa da millenni, non siete considerati europei ma solo e sempre sporchi ebrei da scacciare.
E’ chiaro e lampante. E sapete quale e’ la cosa piu’ tremenda? che quella frase ha suscitato l’ira di un solo forumista. tutti gli altri hanno taciuto.
“Adolf Hitler glielo ha insegnato, uccidere gli ebrei non e’ reato” e un idiota qualsiasi oggi, a 64 anni dalla Shoa’, puo’ permettersi di scrivere simili porcherie e di andarsene tranquillo per la sua strada senza che nessuno intervenga per fermarlo.
Dovete anche sapere che sto parlando di un forum in cui se uno scrive “islam” senza genuflettersi viene sospeso anche per 1 mese.
L’autore di quella frase non ha subito nemmeno un’ora di sospensione. La frase e’ stata cancellata. Fanno presto questi coraggiosi razzisti alla Richard Falk: scrivono porcherie o pubblicano vignette antisemite e poi le cancellano e dicono “Io ? io non ne sapevo niente!”
Che fare allora? L’unica cosa che noi possiamo fare e’ difendere Israele da queste serpi velenose, l’unica cosa che Israele puo’ fare e’ impedire alle vipere di entrare in Israele per offendere e umiliare il Paese.
Non possiamo credere a nessuno perche’ i governi o le organizzazioni mondiali sono sempre pronti a voltarci le spalle,  gli interessi sono immensi, i soldi arabi fanno comodo, il terrorismo palestinese fa paura.
I palestinesi hanno coperto il mondo occidentale di soldi per la propaganda e per comprare attivisti dal sangue malato di odio, componenti che danno i loro frutti da anni e non si sa come andra’ a finire.
Buona estate a tutti.
Deborah Fait
informazionecorretta.it

 

One Response to Fuori dall’Europa, ebrei !

  1. Veronica scrive:

    Gli articoli di Deborah sono sempre belli e interessanti!
    Gli odiatori di Israele? Carogne in avanzato stato di decomposizione.
    Questo significa che Israele vivrà sempre mentre loro sono ormai al capolinea….Solo che non si rendono conto di entrambe le cose…

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.