Testata: Informazione Corretta
Data: 20 agosto 2011
Autore: da Israele, Deborah Fait

Da ieri stiamo vivendo in Israele le prove generali del futuro stato palestinese.
Hanno dato il via al terrore a mezzogiorno di ieri, 18 agosto, con tre terroristi che hanno incominciato a sparare a un autobus di linea partito da Beer Sheva per Eilat.
10 passeggeri feriti.
Hanno continuato ammazzando l’autista di un autobus vuoto che seguiva.
Due altri terroristi hanno poi sparato contro un’auto che passava, al suo interno una famiglia che andava in vacanza sul Mar Rosso. Quattro morti, nessun sopravvissuto.
In un’altra macchina hanno sparato, ucciso il guidatore la cui moglie si e’ salvata fingendosi morta per non ricevere il colpo di grazia.
Un altro terrorista ha ammazzato un soldato ventiduenne che guidava una jeep.
Otto morti israeliani in un caldo giorno di agosto.
Gli attacchi sono continuati fino a sera e alle 9 p.m. il nostro Iron Dome ha intercettato e distrutto un missile diretto a Askelon.
Oggi invece? cosa e’ successo oggi?
Dieci missili su Ashdod, altri 7 feriti di cui uno molto grave.Gli attacchi stanno continuando, un missile grad a Beer Sheva e altri missili sono arrivati fino a Gad Yavne. Da casa mia ho sentito le sirene delle ambulanze, chi era per la strada come mio figlio ha sentito il Zeva Adom.
Questo e’ il risultato dell’amore del mondo per i palestinesi, questo e’ il risultato dell’inverno arabo, altro che primavera, inverno buio e cupo riscaldato dalle fiamme delle bombe e dei massacri.
Il Sinai, dove un tempo si andava in vacanza, e’ diventato, con la caduta di Mubarak, terra di nessuno dove scorazzano gruppi di terroristi palestinesi , chi legato a hamas, chi a Al Queda, chi alla jihad islamica. Terroristi che con qualche valigia di soldi o di droga si assicurano l’aiuto dei beduini. Il Sinai e’ diventato la base del terrore di criminali armati fino ai denti, pronti a col-pire Israele e in questa atmosfera di terrore e guerra non si capisce come il mondo occidentale possa appoggiare la creazione di uno stato terrorista come sara’ quello palestinese che vuole nascere, unilateralmente, in settembre.
Sono anni che chiedo per quale motivo gli stati occidentali riempiono di soldi i palestinesi sapendo che con tutti i miliardi di donazioni non fanno che costruire ville per i boss del terrore, grandi alberghi per riccastri arabi e comprare armi per il terrorismo. Lo chiedo ma nessuno risponde e siccome nessuno risponde e continuano a finanziarli io mi permetto di ritenere tutto il mondo occidentale responsabile dei nostri morti.
Sissignori, sono colpevoli tutti, i governi e i media europei e americani, colpevoli e traditori, odiatori di Israele, desiderosi di vederlo nella polvere a chiedere pieta’.
No non accadra’, potete starne certi, nessuno fara’ cadere Israele e come siamo stati capaci di affrontare e vincere contro eserciti arabi armati e assetati del nostro sangue cosi’ saremo capaci di vincere il terrorismo di quei maledetti che vorrebbero sistemarsi al posto nostro per ridurre il MO a una regione di banditi e criminali pieni di soldi.
Oggi , giornata di dolore dopo i morti di ieri, abbiamo assistito ai funerali, abbiamo visto le lacrime e la disperazione, abbiamo onorato le bare avvolte nella bandiera di Israele e abbiamo asciugato gli occhi dei familiari e amici sopravvissuti.
Un vecchio Papa’ che diceva a bassa voce a suo figlio di amarlo tanto, di aver voluto essere al suo posto.
Mogli, figli, madri, fratelli che davano l’ultimo saluto ai loro cari. Non una parola di odio, non una manifestazione contro i palestinesi, non un gesto. Dolore e basta.
Il popolo delle tende si e’ fermato e si e’ messo in lutto, ultima grande dimostrazione della civilta’ israeliana.
Violenza e odio invece dall’altra parte, a Gaza, dove stanno i mandanti e che la reazione di Israele, nella  notte, ha a sua volta bombardato. Odio e violenza, cadaveri, otto, ballonzolanti e sporchi sulle barelle dei loro funerali  in mezzo a gente urlante e a giovani che sparavano per aria e chiedevano vendetta.
Loro ci colpiscono e poi chiedono vendetta se Israele reagisce.
Benjamin Netaniahu e’ arrivato ieri al briefing per i giornalisti, ha detto poche parole , poche e decise “Chi ci ha colpito puo’ gia’ considerarsi morto, Il prezzo sara’ pesante” e se ne e’ andato.
Purtroppo sappiamo  che, pesante o leggero, niente fermera’ le belve, la guerra che ci fanno e’ perenne, dura da 63 anni e da prima ancora, prima della fondazione dello Stato Ebraico e chissa’ ancora per quanto tempo andra’ avanti.
Ogni popolo ha momenti di stanca, persino i tedeschi, in qualche  istante di distrazione hanno dato al mondo geni come Beethoven, gli austriaci, oltre a Hitler, ci hanno regalato Mozart.
Gli arabi non sono mai stanchi di uccidere, che lo facciano tra loro (e lo vediamo in questi mesi in cui si massacrano a vicenda) o che lo facciano contro gli infedeli , e’ la morte la loro unica distrazione.
Sono razzista? Noo, io non li odio, dico la verita’ senza filtri politicamente corretti.
Io sarei la prima a voler vivere in pace con loro, io sono la prima a desiderare che i miei nipoti non debbano mai andare in guerra.
Purtroppo per noi tutti, la verita’ e’ che gli arabi non danno nessun significato alla parola pace.
Perche’ hanno colpito? Non c’era nessun motivo di farlo.
Perche’ allora?
E perche’ il mondo li difende sempre?
Perche’ il mondo li paga?
Perche’ li coccolano, li viziano, li aiutano, li difendono dalle critiche di chi sa chi sono?
Perche’?
Come sempre nessuno mi rispondera’ e noi ebrei continueremo a morire.
Shabat Shalom

 

11 Responses to Perchè il mondo li difende sempre ?

  1. ferruccio barbieri scrive:

    Perchè li difende ? Per il petrolio -La nostra economia è basata sul petrolio -I nostri governi per il petrolio si prostituiscono, sono stati e sono disposti a tollerare che i terroristi facciano dei nostri paesi le loro basi, le nostre banche corteggiano i vari regimi mediorientali perchè investano i loro profitti nei nostri paesi. I nostri premier baciano le mani (e non solo le mani) ai loro dittatori. In questo modo influenzano l’opinione pubblica,non si evidenzia Israele che si difende e lo si trasforma in aggressore ,si tace alla campagna d’odio che quotidianamente viene instillata alle masse arabe, tacere è come approvare. I protocolli di Sion sono ancora validi per le nostre democrazie(?), ma prima o poi dovranno fare i conti con l’odio che hanno aiutato a crescere.

  2. veronica scrive:

    michele scrive:
    22 agosto, 2011 alle 19:08 (Modifica)
    …certo Veronica, la risposta, o una buona parte di essa sta proprio nella tua “vera domanda” come aveva capito Albert Einstein !!

    Spiegami cosa aveva capito Einstein….

    • michele scrive:

      “I grandi spiriti hanno sempre incontrato violenta opposizione da parte delle menti mediocri” in questo aforisma di Albert Einstein c’è, molto semplicemente, una parte della risposta !

  3. MARCELLO scrive:

    Ma io mi chiedo sempre: ma perchè Hitler invece di gasare milioni di ebrei non se l’e’ presa con gli arabi che a quest’ora vivevamo tutti belli tranquilli e pacifici cazzo.

    • veronica scrive:

      E’ molto semplice:
      gli Ebrei, già allora, erano laureati, medici, ingegneri, professori universitari(c’erano più professori ebrei che “tedeschi”). Erano ricchissimi, in quanto banchieri.
      Hitler voleva “ripulire” università e banche dagli Ebrei.
      Questo è il motivo.

      Secondo te, gli Arabi, nella Storia,sono stati pari agli Ebrei? No.
      I loro palazzi e le loro moschee (vedi in Spagna, per esempio) furono progettati da architetti italiani. I numeri non sono arabi, ma indiani. Basta leggere Fibonacci….Gli Arabi hanno SCIPPATO numeri, matematica, filosofia…agli altri.
      Loro non hanno mai saputo niente, nè fare niente.
      Dunque a Hitler che importava del “niente”?
      Hitler aveva paura del potere degli Ebrei.

      • marcello scrive:

        si Veronica concordo con te del motivo per il quale gli ebrei davano “fastidio” al pezzo di merda; lo so benissimo ma la mia frase voleva essere provocatoria ma l’ho allegerita diciamo così per non eccedere nella rabbia che tengo dentro.
        Io amo Israele e la frase che volevo postare era esattamente questa: Il baffetto del cazzo aveva un bel “progetto” in mente solo che ha cannato enormemente il popolo sul quale applicarlo!!!!!!!!!!!

        • veronica scrive:

          Aahahahhahahah!!!!!!!!!!!

          Ma sono passati anni, siamo in un altro secolo e in un altro millennio, ma ancora oggi ONU, America, Europa e una qualche non meglio specificata “comunità internazionale” (alla quale, in teoria, dovrei far parte anch’io, essendo internazionale, giusto?) sbagliano IL POPOLO da condannare, da zittire, riguardo al quale bisogna prendere provvedimenti.
          Il lupo perde il pelo ma non il vizio di odiare Israele.
          A tutt’oggi si ha ancora paura degli Ebrei.
          Ma la vera domanda è: PERCHE’ hanno paura dell’intelligenza, della creatività, delle tradizioni, delle capacità degli Ebrei?
          Ecco: PERCHE’???

          • michele scrive:

            …certo Veronica, la risposta, o una buona parte di essa sta proprio nella tua “vera domanda” come aveva capito Albert Einstein !!

  4. michele scrive:

    Ne sono convinto anch’io. P.P.Pasolini diceva che nessuno stato sovrano al mondo è nato “puro” : semplice ma globale.
    Ai tempi dell’impero ottomano, chi osava parlare di Terrasanta ? Ora c’è libertà anche lì.
    Detto questo, le diplomazie mondiali dovrebbero adoperarsi in concreto che non sia permesso ad un solo bambino, dovunque sulla terra, di crescere odiando Israele, nè sia permesso buciare la bandiera di Israele.
    Perchè non nascono ong pacifiste che si chiamino “Free Israele” o, per esempio, “Uniti contro l’assedio ottomano” ???

  5. michele scrive:

    Una fanta-ipotesi, laica : uno ha depositato un brevetto originale. Altri due lo hanno ritenuto importante e lo hanno copiato.Poi, prima uno e poi l’altro hanno cambiato ciò che interessava loro del brevetto, ma per renderlo “originale” bisognava far sparire il vere brevetto e chi nel brevetto credeva. Poi, siccome i tifosi del “brevetto originale”non erano disponibili a cedere e non erano neppure stupidi,allora l’idea geniale :
    farli sparire dal mondo e dividersi in due il brevetto, aumentando in maniera esponenziale e “pacifica” i loro tifosi.
    Grazie Deborah !

    • veronica scrive:

      Certamente è così. Ma è vera anche un’altra cosa: tra i due litiganti, il terzo gode. Israele ce la farà, vivrà. Perchè il “TERZO” è Elohim.

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.