progetto Dreyfus

Solo ieri, avevamo accennato la nostra speranza che un giorno il Segretario Kerry nelle sue dichiarazioni attribuisse a Israele la colpa dei cambiamenti climatici – http://on.fb.me/1CP4VEE – ma Palestine Today l’ha anticipato. Peccato.

Ieri sul quotidiano palestinese PalToday, il Professore di scienze geografiche Mohammed Abu Safed dell’università di Al-Najah, ha puntato il dito contro l’aviazione militare israeliana e le sue armi perché creano fumi e polveri sottili che rimanendo sospesi nell’aria si condensano nel cielo causando precipitazioni anormali.
Secondo il Professore, Israele fa uso di armi proibite e i continui raid aerei sopra i cieli di Gaza non gioverebbero ai palestinesi danneggiando gravemente l’ecosistema.

Il Professore oltre a non aver accennato che nel conflitto della scorsa estate sono stati sparati dalle aree urbane della Striscia 4.500 missili in 50 giorni aumentando l’inquinamento acustico, uccidendo decine di palestinesi e probabilmente mettendo a rischio di avvelenamento la popolazione per il contatto le falde acquifere con sostanze velenose per la fabbricazione dei razzi, non ha avuto il coraggio di dire chi ha sempre iniziato a fare uso delle armi per risolvere i problemi con l’obiettivo di farsi dare laute beneficienze da mezzo mondo.

Fonte: http://bit.ly/1t7TCWX

 

6 Responses to CE L’ABBIAMO FATTA! ISRAELE È LA CAUSA DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI.

  1. Cristiano scrive:

    Anche i pozzi di petrolio incendiati riducono, ovviamente, la presenza di gas serra in atmosfera

  2. pino scrive:

    Dal medioevo a oggi,per certi individui non è cambiato nulla.
    E’ ovvio,qualsiasi cosa (negativa)che succede nel mondo ,la colpa è degli ebrei

  3. barbara scrive:

    Eddai, smettetela di fare finta di stupirvi: lo sanno tutti che gli ebbrei sono cattivi!

  4. Piero scrive:

    E naturalmente i razzi di Hamas, sono ecologici…..!!

  5. veronica scrive:

    Finalmente ho capito perchè non ci sono più le mezze stagioni!!!

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.