[b]Un articolo di Deborah Fait[/b]

Bene, amici miei, nei giorni scorsi sono stata simpaticamente rimproverata di essermi in un certo senso rimbambita e di non scrivere piu' usando la tastiera a mo' di mitragliatrice. Certo e' che non si puo' vivere eternamente arrabbiati e che vi sono notizie e notizie, quelle che fanno andare il sangue al cervello e quelle che ti fanno pensare "vadano al diavolo".

Siamo tanto abituati all'odio che a volte ci limitiamo a un'alzata di spalle e passiamo oltre.
Si tratta spesso anche di legittima stanchezza e senso di impotenza dopo anni di lotte inutili contro l'imbecillita' del mondo. Avevo 15 anni quando ho incominciato a prendere coscienza dell'antisemitismo, oggi ne ho tanti di piu' e sono ancora qua a scrivere e a battermi per difendere il mio popolo e Israele.
La cosa bella nella tristezza che si prova ad essere circondati di odio , e' che non siamo soli, abbiamo amici, molti amici, esistono siti web, esistono giornalisti "giusti" che scrivono la verita' su Israele e che ci danno un enorme aiuto oltre a una grande consolazione e una buona dose di speranza. Amici si, amici veri che spesso rischiano sulla propria pelle e vi assicuro che mai la parola amico e' stata piu' vera e piu' bella, posso dirlo col cuore in mano perche' conosco i pericoli che corrono per stare con noi invece di fregarsene come fanno altri.

In questi giorni alcune notizie, tutte insieme, mi stanno facendo salire la rabbia e la voglia di mettermi a urlare.
Quali notizie tra le tante?, chiederete voi, si tante, ogni giorno, ogni ora c'e' una novita', gli ebrei sono sempre un argomento molto gettonato dagli odiatori.
Notizie che si rincorrono …

La lista degli ebrei italiani messa su un sito neonazista USA?

Repubblica che si adegua subito e pubblica tra i nomi di presunti evasori fiscali una lista di nomi con questa perla: "Tra le famiglie con cognome di origine ebraica".
Uno si aspetterebbe di vedere anche accanto ad altri nomi la loro appartenenza religiosa o "razziale", che so, cristiano, protestante, ateo, origine slovena, greca oppure barbarica, discendente degli Unni, e invece no, no, no e no, Repubblica ha messo l'etichetta solo agli ebrei.
Si sono lasciati prendere la mano per scrivere una mascalzonata o sono convinti che gli ebrei
italiani non siano tali?
Ebrei, quindi stranieri, anche se piu' italiani di tanti italiani come gli ebrei romani di antichissimo lignaggio, presenti a Roma da piu' di 2000 anni, parte di Roma, quella vera, antica, la Roma trasteverina dove si sente ancora parlare il giudio-romanesco, dove tutti si salutano e si conoscono.

Forse mi ha fatto andare il sangue al cervello un Messori che assicura che gli attentati contro i cristiani nel mondo islamico sono colpa del sionismo e del " pretendere" Gerusalemme come Capitale?
Me lo ricordo Messori tanti anni fa quando parlava dei palestinesi come dei santi martiri, poi per un po' e' sparito o almeno ha smesso di dare giudizi sulla guerra Israelopalestinese e adesso si rifa' vivo per scrivere panzane talmente idiote da poter essere contestate da un bambino.
Non va il sangue al cervello? Non e' giusto ribellarsi contro chi da sempre la colpa agli ebrei o, in alternativa , ai sionisti?
Questo antisemitismo strisciante,di cui i cattolici non riescono a liberarsi, e' pericoloso e mi viene in mente MISNA, l'agenzia dei missionari che opera in Medioriente, Africa e tutto il terzo Mondo, mi viene in mente perche' ricordo ancora con un brivido la loro disgustosa propaganda antiisraeliana. Ricordo con la pelle d'oca quando invitarono tutti i parroci italiani a dire la messa per quei "poveri terroristi di hamas" che Rabin aveva espulso da Israele verso il Libano.
Avevano persino editato un giornalino per bambini dove spiegavano quanto fosse cattivo Israele.
Messori e MISNA, M&M, ignobili voci contro gli ebrei, contro Israele, contro il sionismo.

E il giacimento di gas che Israele ha scoperto e che gli arabi vogliono fregarci col supporto di idioti della sinistra italiana , in prima fila il Manifesto, quotidiano di Roccacannuccia?
Israele non puo' avere niente che non ci vogliano rubare e se ci difendiamo allora siamo fascisti
ma basta basta bastaaaaaa !!!

Non se ne puo' piu'!
Ma torniamo ai neonazisti.
La lista degli ebrei da "cancellare" viene fuori dalle menti malate degli odiatori, a intervalli regolari, in passato erano stati segnalati anche professori ebrei nelle universita' italiane, e' un rito malefico e demoniaco che si rinnova periodicamente nel tentativo di creare paura piu' che odio visto che questo odio gia' esiste in molti ambienti e non serve proprio dargli altra benzina, ne ha a ettolitri per prosperare e diventare sempre piu' infuocato, grande e fanatico.
Questi ambientini di estrema sinistra e destra che vanno a braccetto con l'islam e che adorano i tagliagole figli di Allah hanno vita facile soprattutto perche' sono circondati da molta tolleranza e simpatia.
Questa simpatia per i terroristi e i fanatici islamici va a braccetto con quelli che dicono che l'islam non e' quello, che esiste l'islam moderato e cosi' ecco subito la giustificazione, la scusante. Dove sara' questo islam moderato, chissa' chissa', nessuno lo vede e nessuno lo sente per il semplice motivo che esiste l'islam e basta.
I moderati sono individui, persone coraggiose che devono fuggire e nascondersi per non fare la fine decretata dalle fatwe emesse sulle loro teste dai pretoni islamici.
Sta succedendo in questi giorni a Hirsi Ali che ha rinunciato al sequel di "Submission" per non essere uccisa come e' successo al suo amico Theo WanGhogh, squartato da un figlio di Allah.

Sono sincera, io odio molto di piu' quelli che tacciono e giustificano quei neonazisti perche' sono dei vigliacchi. Loro, i dementi del sito in questione, spesso si accontentano di sfogarsi cosi', scrivendo dei nomi, tutti contenti, immagino, e soddisfatti.
Ma chi tace, amici miei, chi tace, chi li lascia fare, chi li giustifica dicendo addirittura che la colpa e' di Israele e dell'occupazione, sono quelli i pericolosi perche' il perfido ha bisogno del vigliacco per poter agire indisturbato.
Fiamma Nirenstein, il cui nome figura nella da lista dei neonazisti, scrive che le dispiace per gli antisemiti perche' essere ebrei e' bello.
Vero, essere ebrei e' bello, bellissimo, la nostra storia e' magica e il Paese che abbiamo creato e' un miracolo vero e proprio dove vive gente meravigliosa, tanto meravigliosa che un palestinese su tre preferisce restare con noi piuttosto che andare a vivere nei territori tra i suoi fratelli.

Probabilmente per questo gli antisemiti continuano a perseguitarci , a sferrare attacchi, a delegittimare e demonizzare Israele. Non sopportano quello che siamo, non sopportano che dopo tanto male, tanti morti, tante calunnie, siamo ancora in piedi a testa alta a difenderci e a difendere le nostre idee con orgoglio e dignita'.
Non sopportano che siamo cosi' tanto democratici da difendere gli arabi se qualche razzista israeliano vuole discriminarli.
Non lo sopportano e allora si scatenano, cercano di arruolare nelle loro fila anche alcuni ebrei, un po' traditori, un po' rinnegati, un po' conigli, ce ne sono, sapete, non tanti ma sufficienti per sostenere i dementi e per far loro dire "anche il mio amico ebreo la pensa come me". Il solito amico ebreo, quello che se la fa sotto per la paura che Israele possa far si che anche loro vengano segnati a dito e magari messi nelle liste antisemite dei neonazi e allora esclamano:"che sollievo se Israele non esistesse".
Mica se lo ricordano, i conigli, che 70 anni fa, senza Israele, i nostri genitori, nonni, parenti , amici, il nostro popolo, sono stati gasati a milioni. Mica se lo ricordano che Auschwitz e' esistito prima di Israele, mica se le ricordano le leggi razziali in Italia sono state istituite 10 anni prima della fondazione di Israele, mica se le ricordano le retate e i treni piombati, mica se li ricordano i bambini gettati dai treni da genitori che speravano di salvarli e rimasti soli e terrorizzati sulle rotaie, mica se li ricordano i numeri sul braccio e le file ininterrotte per entrare nelle camere a gas. E il milione e mezzo di bambini finiti nei forni.
No, non ricordano e non sanno che, se tutto questo ritornasse, sarebbe Israele questa volta a salvarli.
I neonazisti scrivono che gli ebrei elencati nella loro lista dovrebbero essere cancellati!
Ma cosa vogliono cancellare!
Non e' riuscito Torquemada, non e' riuscita l'Inquisizione, non sono riusciti 20 secoli di pogrom , non e' riuscito Hitler, non e' riuscito Arafat…. sia maledetta la loro memoria.
Cosa e chi vogliono cancellare!
Noi siamo qui, noi vorremmo solo stare in pace ed essere un po' dimenticati.
Noi vogliamo poter vivere dove vogliamo, in Israele o nella diaspora senza doverci guardare alle spalle, come ogni essere umano del mondo eppure non e' possibile farlo, non e' possibile nemmeno dopo l'orrore della Shoa' perche' l'odio si rinnova, si autoesalta, si riproduce, e' una malattia endemica dell'anima.
Amici cari, questa sera Peace Now, Pace adesso, il movimento pacifista israeliano sta dimostrando a Tel Aviv contro il governo che pretende trasparenza dalle ONG con sede in Israele che demonizzano e mettono in pericolo il Paese.
Sono piu' di 10.000 e non c'e' stato nemmeno un ferito, nemmeno uno spintone, tre persone soltanto sono state fermate. Tre su piu' di 10.000. Questo e' uno dei miei orgogli, questo e' Israele, civile anche nella protesta. Molti, anziche' diffamarci, dovrebbero imparare da questo Paese.
Ma perche' sono la' a dimostrare contro il governo?
Perche' gli secca tanto dire chi gli da i soldi per fare propaganda contro il nostro esercito, contro il nostro popolo, contro il nostro paese?

Sappiamo chi li finanzia, quasi tutti i paesi d'Europa, compresa la UE ed e' logico che un'organizzazione che viene pagata da nazioni non proprio amiche di Israele, si comporti di conseguenza diffamando i nostri soldati, mettendo addirittura in pericolo il Paese.
Perche' Peace Now che e' un'organizzazione antica e che una volta era anche seria, li difende?
Ormai gli si e' spappolato il cervello proprio a tutti?
E' di queste ultime ore la notizia che i palestinesi hanno chiesto al SudAfrica dove si rechera' in visita nei prossimi giorni, di arrestare Zipi Livni per "crimini contro l'umanita', stessa richiesta di arresto che impedisce a politici e soldati israeliani di andare in Inghilterra e Spagna.
I tagliagole figli di Allah e loro sostenitori possono invece andare dove vogliono senza nessun timore, accolti a braccia aperte, rispettati, amati, possono andare persino a parlare alle Nazioni Unite.
Questa e' la vilta' di cui parlavo prima, se nessuno si ribella a questo stato di cose, se nessuno,oltre a noi e ai nostri amici, protesta per l'odio, l'arroganza e l'antisemitismo dilagante, allora i gruppi nazisti avranno sempre mano libera e i terroristi sapranno che, come urlavano alcuni fuori di testa italiani: "Adolf Hitler ce lo ha insegnato, uccidere gli ebrei non e' reato".

[b]Deborah Fait

[/b]

 

I commenti sono chiusi.