Appuntamenti ADI Novembre

Carissimi amici di Israele, vi segnaliamo 2 appuntamenti extra dei prossimi giorni:

1) Mostra La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)

Dal 9 al 18 novembre 2018 presso l’ex Chiesa dell’Angelo, in via Fanfulla 22.

Al Comune di Lodi, in collaborazione con l’Anpi – Comitato Provinciale di Milano – e l’Associazione Centro Studi Nazionale Brigata Ebraica, inizia la mostra La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945), a cura di Stefano Scaletta, Cristina Bettin e Samuele Rocca, che si tiene

L’inaugurazione è prevista venerdì 9 novembre alle ore 18.30.

Orari di apertura
da martedì a venerdì 16.00-19.00
sabato e domenica 10.00-12.00 e 16.00-19.00

2) Evento “Parliamo di Gerusalemme, per esempio…”

Palazzo Cusani, Via del Carmine 8, Milano – 14 novembre ore 19.00.

il nostro iscritto Oscar Marcheggiani sarà protagonista dell’evento “Parliamo di Gerusalemme, per esempio…” – Presentazione a Per entrare occorre passare un corpo di guardia dove verrà effettuato un controllo di sicurezza. Cravatta obbligatoria per gli uomini. Saranno ammesse solo le persone che hanno confermato la loro partecipazione inviando nomi e cognomi anche di eventuali accompagnatori al seguente indirizzo:

Maggiore Ferruccio Balzan
ferruccio.balzan@gmail.com

Coloro che dopo la presentazione volessero cenare al Circolo Ufficiali (il locale è molto bello, la cucina non è male e si cena con 25 €) dovrebbero prenotare rivolgendosi alla responsabile Sig.ra Francesca al 334-6024332 oppure 02-72095348 dopo le 14. Da buona napoletana, sarà felice di accontentarvi.

3) Dibattito: “Il partito liberale tunisino e Israele: Stefano Magni intervista Mounir Baatour”.

Sabato 24 novembre alle 20.45 incontro con il presidente del Partito Liberale tunisino.
“Tunisia: gli ebrei, le minoranze e il rapporto con Israele: incontro con Mounir Baatour”.
Mounir Baatour, presidente del Partito Liberale tunisino
Alessandro Litta Modignani, presidente Associazione Milanese Pro Israele
Davide Romano, portavoce della Sinagoga Beth Shlomo
Yuri Guaiana, presidente dell’Associazione radicale Certi Diritti

 

Di Andrea Grilli

Stan Lee nasce il 28 dicembre del 1922 come Stanley Martin Lieber, a New York. La famiglia era di origini ebraiche, emigrati dalla Romania. Stan il sorridente, come lo chiameranno durante la sua carriera di scrittore, non ha mai dimenticato le sue origini ebraiche. Sam Raimi, uno dei registi dei film di Spider-man anni fa disse: “Spider-Man is a character that spends his life trying to pay down his guilt. The only difference is that is caused by his uncle, not his mother. That’s a real classically Jewish quality – to be very aware of your sins in this life and try and make amends for them in this life”.

Continue reading »

 
Riportiamo da LIBERO – Milano di oggi, 07/11/2012, a pag. 37, l’articolo di Enrico Paoli dal titolo “Partigiani rossi e Pd litigano sulla mostra dei partigiani ebrei”.

Il movimento Bds e i gruppi che diffondono l’odio contro Israele in Italia si oppongono alla mostra sulla storia della Brigata ebraica a Lodi. La sezione Anpi di Lodi si schiera con gli odiatori antisemiti. Ecco il commento di Davide Romano, Presidente del Museo della Brigata ebraica in Italia:

“Dunque Memoria Antifascista [una delle sigle che diffondono odio contro Israele e si oppongono alla mostra] manifesterà contro chi ha combattuto ed è morto per sconfiggere il nazi-fascismo. La mostra di Lodi sulla Brigata Ebraica vuole solo ricordare una pagina della storia d’Italia e della Liberazione: quella scritta dagli ebrei sionisti che peraltro avevano una caratteristica particolarmente nobile: erano tutti e 30 mila volontari. Solo a 5 mila di loro fu permesso di combattere sotto le insegne della Brigata Ebraica, gli altri si arruolarono nell’esercito britannico ordinario. Noi vogliamo ricordare questi eroi e raccontare una pagina di storia. Dispiace vedere come tutti i combattenti che hanno partecipato alla Liberazione possano essere ricordati senza problemi, tranne uno specifico gruppo. A 80 anni dalle leggi antiebraiche, il pregiudizio e la discriminazione non sono morti. E insieme ad essi un’altra eredità del fascismo resiste: la pericolosa tendenza a volere riscrivere la storia per motivi politici”.

Non ci risultano proteste dai partiti nè dalle associazioni che dovrebbero difendere le posizioni pro-Israele. Ecco l’articolo:

Immagine correlata

Cronaca di Enrico Paoli, la dichiarazione di Davide Romano

Continue reading »

 

 

Siete invitati con gioia al concerto di

David Witten e Rephael Negri che

lunedi 5 novembre dalle 20.30 al Beth Shlomo, Milano

inaugurano il percorso del Centro Studi di Musica ebraica “Beth Shlomo ItAlya”.

L’ingresso e’ gratuito e a fine concerto rinfresco con Pino Mancuso.

La vostra partecipazione è necessaria perché il Linguaggio delle Arti nasce per la collettività e abita la Vita. Si richiede gentile prenotazione 3480463583. Un solare Shalom Beth Shlomo

 

Lunedì 29 ottobre, ore 19, presso lo spazio eventi Open Milano, viale Monte Nero 6 (MM Porta Romana) si terrà la presentazione del libro

IN ISRAELE

di Fiamma Nirenstein

(Edizioni Il Giornale)

Ne parleranno, in assenza dell’autrice, le amiche, colleghe ed estimatrici:

PAOLA D’AMICO, giornalista del Corriere della Sera

DANIELA DAWAN, scrittrice e Consigliere di Cassazione

DOUNIA ETTAIB, presidente delle Donne Arabe d’Italia

Introduce e modera:

FIONA DIWAN, responsabile media della Comunità ebraica di Milano

L’iniziativa è co-promossa dalla Associazione milanese pro Israele(AMPI) e da Amici di Israele(ADI)

 

EBRAISMO, CRISTIANESIMO E ISLAM: LUCI E OMBRE DI UNA STORIA SCONOSCIUTA

Mercoledì 24 Ottobre, ore 20.45. Beth Shlomo, Corso Lodi 8/C,

Oratori:

Niram Ferretti, autore de “Il sabba contro Israele”
Stefano Magni, giornalista e saggista.

 

 

 

Nelle pagine del libro “La Stella e la Mezzaluna” si ritrova la traiettoria storica che punta oggi all’estinzione delle minoranze religiose nel Vicino Oriente.

Il 3 ottobre scorso, alla sinagoga Beth Shlomo di Milano, si è tenuto l’incontro “Vivere sotto l’islam: 14 secoli di storia raccontati da cristiani ed ebrei – Presentazione del libro La Stella e la Mezzaluna di Vittorio Robiati Bendaud”. Insieme all’autore erano presenti Myrna Chayo, già docente di lingua araba all’Università Cattolica di Milano, e l’inviato speciale di Tempi Rodolfo Casadei. Ecco il testo del suo intervento.

Continue reading »

 

Viaggio nella passata convivenza tra le religioni di Abramo,

per capire meglio il presente e concepire un migliore futuro

EBREI SOTTO L’ISLAM: 14 SECOLI DI STORIA.

PRESENTAZIONE DEL LIBRO

“LA STELLA E LA MEZZALUNA”

Mercoledì 3 ottobre, alle 20.45

Sinagoga Beth Shlomo, corso Lodi 8/c, MM3 Porta Romana,

Serata organizzata da ADI (Associazione Amici di Israele) e Municipio 4:

“Vivere sotto l’islam: 14 secoli di storia raccontati da cristiani e ebrei.”

Oratori:

Vittorio Bendaud, autore de “La Stella e la mezzaluna”,

Myrna Chayo (già docente di lingua araba

all’Università Cattolica di Milano.)

Rodolfo Casadei (inviato speciale di “Tempi” e autore di

reportage nelle terre del martirio cristiano).

Modera: Davide Romano

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.