ADI news

provigil online no prescription

 

tramadol online without prescription

Cari Amici di Israele e simpatizzanti

Vi informo che il viaggio in Israele è stato CONFERMATO, ci sono ancora pochi posti disponibili, gli interessati dovrebbero contattare subito il Tour Operator per la registrazione.  Qui in allegato troverete il programma del 5° viaggio ADI in Israele che come sempre accompagnerò io di persona. Questo viaggio è diverso dagli altri perché plasmato sul contatto diretto con la natura della terra di Israele sospeso fra lo spirito e la terra che sono l’anima del paese. Il viaggio è destinato a tutte le età e a tutte le persone che vorrebbero toccare da vicino i posti nascosti e la forte spiritualità di questo paese cosi speciale. VI RICORDO CHE IL TERMINE  ULTIMO PER LE ISCRIZIONI E’ STATO ALLUNGATO AL  7 LUGLIO.
xanax online without prescription

Eyal Mizrahi – Prtesidente ADI

buy zolpidem online without prescription

328.5484284

buy ultram online no prescription

 

buy diazepam online without prescription

MODULO ADESIONE                             PROGRAMMA GRUPPO ADI

buy ambien no prescriptionalprazolam online no prescription buy ativan online without prescription buy valium without prescription adipex online pharmacy buy klonopin online without prescription soma online without prescription buy phentermine online without prescription
 

Cari Amici di Israele,

E’ passato il 2014 con tutti i cambiamenti che ci ha portato. Fra l’Islam radicale che dilaga e antisemitismo/antisionismo in costante aumento non direi che è stato un anno da ricordare. Stiamo ora penetrando nel 2015 pieni di nuove energie e speranze per un anno migliore.

Continua a leggere »

 

Mentre l’informazione italiana ignora la notizia

Sui quotidiani italiani, oggi, non c’è traccia della risoluzione, da parte dei rappresentanti dell’Onu riuniti a Ginevra, che incrimina Israele – al fianco dei terroristi jihadisti di Hamas – per la guerra dell’estate 2014 a Gaza. Augurandoci che questa grave lacuna venga colmata nei prossimi giorni, riportiamo un articolo del JERUSALEM POST (online) in inglese (l’originale alla pagina http://www.jpost.com/Arab-Israeli-Conflict/UNHRC-adopts-resolution-on-2014-Gaza-war-407929).

Su 47 Stati soltanto gli Stati Uniti hanno votato contro la risoluzione, dimostrandosi ancora una volta, nonostante la politica fallimentare di Obama, l’alleato migliore di Israele. 41 Paesi hanno votato a favore: tra di essi, molti Stati antidemocratici, a partire da numerosi Paesi musulmani, ma anche Germania, Regno Unito e Francia. 5 gli astenuti.

Ecco l’articolo:

Continua a leggere »

 

Sono on line su Facebook le foto del flash mob in difesa della bandiera d’Israele a Milano, 3 Luglio.

Vai alle foto >11416348_1192167767467367_936884950234776863_o

 

Eravamo tanti. Eravamo belli. Eravamo variopinti (in tutti i sensi). Eravamo emozionati e commossi. Eravamo felici di essere lì, a testimoniare, con la nostra presenza, in favore della verità e della giustizia: in favore di Israele (e possiamo aggiungere, con orgoglio, che noi dall’Italia eravamo circa la metà di tutti i presenti).

Continua a leggere »

 

11148810_1190094037674740_706051361275213621_o
Sono on line su Facebook ADI le foto della
facebook.com/media/set

 

Questa mattina 29 giugno 2015, la sveglia per me è suonata alle 4:15, destinazione Ginevra, Place des Nations di fronte alla sede dell’onu dove veniva discusso il rapporto stillato dalla commissione incaricata dall’onu sul conflitto della scorsa estate che ha coinvolto Israele e hamas, che controlla la striscia di Gaza.
Da Milano, grazie al lavoro dell’ADI (Amici d’Israele), sono partiti quattro pullman pieni, che hanno raccolto anche persone provenienti dal Veneto, da Roma, da Napoli e da Reggio Calabbria, sulla strada ci siamo trovati con altri due pullman che invece provenivano da Torino.

Continua a leggere »

 

La Banca Mondiale ha firmato un accordo con Israele per quanto riguarda le tecnologie legate all’acqua. L’istituzione internazionale vuole che Israele condivida il suo know how con i paesi in via di sviluppo.
Per svolgere questa missione, Israele riceverà 500,000 dollari. Esperti israeliani si recheranno nelle aree problematiche per presentare le tecnologie per lottare contro gli sprechi d’acqua e per incoraggiare il riciclaggio. Israele inoltre riceverà delegazioni straniere curiose di conoscere i nuovi sviluppi su desalinizzazione, filtrazione dell’acqua e irrigazione a goccia.
La Direttrice per l’acqua presso la Banca Mondiale, Jennifer Sara, ha sottolineato:

Continua a leggere »

 

 

 

Reportage di Maurizio Molinari

Testata: La Stampa
Data: 18 giugno 2015
Pagina: 15
Autore: Maurizio Molinari

Riprendiamo dalla STAMPA di oggi, 18/06/2015, a pag.15, con il titolo ” Nella base dei primi droni marini ‘sono l’arma segreta di Israele’ “, il reportage di Maurizio Molinari.

RafaelProtector266a sinistra: il drone marino ‘Rafael Protector’.

Scrive Maurizio Molinari ” sviluppati per operare sotto costa e prevenire attacchi suicidi anche subacquei”, in poche e chiare parole il sistema difensivo di Israele: come la necessità sviluppa l’ingegno. Se stimolato, ovviamente. Ma è importante sottolineare come Tzahal sia una forza militare prima di tutto in funzione difensiva. Israele – per sopravvivere – deve difendersi da chi vorrebbe distruggerla. Benvenuti quindi i droni marini.

Maurizio+Molinari+2012+International+Book+lU45ZkH7EQol

Maurizio Molinari

Continua a leggere »

 

OBIETTIVO:
Raccontare il lavoro svolto dal 2012 dai volontari di Progetto Dreyfus. I mezzi, le tecniche, le strategie e gli scenari che potrebbero aprirsi se disponessimo di mezzi diversi. 

DATA: Mercoledì 24 Giugno alle ore 19.30 (inizio alle 20.30) – Durata: 1h e 30min
LOCATION: Aula Magna scuola ebraica

PROGRAMMA: 

Continua a leggere »