Cari amici

Sembra che si è verificato un guasto nel sistema di registrazione sul sito del Over The Rainbow ( www.overtherainbow.org/italy/ ) e l’iscrizioni delle ultime due settimane (dal 01 al 14 Novembre) sono andate perse. Adesso che il guasto è stato riparato bisogna chiedere a tutti di rifare l’iscrizione. Grazie e mi scuso per il disturbo.

Eyal Mizrahi – Over The Rainbow Italy

02.90601452
328.4584284

eyal-m@amicidisraele.org

 

Cari Amici

Vi mando il link per l’iscrizione “On Line” alla Federazione Sionistica Italiana (tramite il movimento Over The Rainbow) http://overtherainbow.org/italy/.

Continua a leggere »

 

Pubblicato da blogdibarbara

Novembre 20, 2014
Quello che segue è il testo della conferenza da me tenuta a Udine, su invito dell’associazione amicizia Italia-Israele e patrocinata dall’Università degli Studi di Udine. La conferenza, su mia richiesta, è stata preceduta da un minuto di silenzio in onore degli ebrei vittime della mattanza messa in atto da due terroristi arabi israeliani nella sinagoga HarNof a Gerusalemme OVEST.

Il termine “apartheid”, da qualche tempo a questa parte, è uno dei mantra più gettonati quando si parla di Israele e, come tutti i mantra, succede piuttosto spesso che venga usato senza sapere esattamente che cosa significhi. È dunque per cercare di fare un po’ di chiarezza che ci troviamo qui oggi.

La parola, con la relativa politica, nasce in Sudafrica dove i bianchi, che costituiscono il 20% della popolazione, impongono al restante 80% di popolazione nera e mista un regime di totale separazione – questo è il significato del termine in lingua afrikaans. Tale politica, già almeno parzialmente in atto, viene codificata e istituzionalizzata nel 1948. Non intendo ripercorrere ora tutta la storia del Sudafrica: mi limiterò a ricordare che questa terra fu colonizzata a partire dal XVII secolo da varie popolazioni europee, fra cui predominavano gli olandesi (i boeri, ossia contadini, in lingua olandese) e gli inglesi. E vediamo in che cosa, esattamente, consisteva questa politica.

Continua a leggere »

 

IMG_3902 - Version 2Mercoledì 19 novembre 2014, presso la Sinagoga Beth Shlomo, Milano, ha avuto luogo l’incontro “Israele e i suoi vicini: dalla Siria alla Turchia passando per l’Iran. Come cambiano le alleanze nell’area mediorientale ai tempi dell’Isis? Quali opportunità e quali pericoli per Israele?” con Marta Ottaviani (giornalista de La Stampa e Avvenire) Stefano Magni (giornalista de Informazione Corretta e La Nuova Bussola Quotidiana) e Davide Romano, portavoce della sinagoga Beth Shlomo.

Organizzato dall’associazione Amici di Israele, la Sinagoga Beth Shlomo e il movimento Over The Rainbow.

 

Il Giornale, 19 novembre 2014

fiammanirenstein.com

Quei due cugini palestinesi con gli occhi annegati nel sangue, che sono entrati nella sinagoga di via Agassi per sparare alla gente che pregava e farla a pezzi con le mani brandendo coltelli da cucina non sono squilibrati, ma il risultato di una campagna cinica e fanatizzante che ha al suo centro la Moschea di Al Aqsa e Gerusalemme; ma al loro gesto ha contribuito, dispiace dirlo, l’atteggiamento sconclusionato e spastico dell’Unione Europea e degli Stati Uniti.

Continua a leggere »

 

Mercoledì 19 novembre 2014 – ore 20.45. L’associazione Amici di Israele, la Sinagoga Beth Shlomo e il movimento Over The Rainbow vi invitano all’incontro:

“Israele e i suoi vicini: dalla Siria alla Turchia passando per l’Iran. Come cambiano le alleanze nell’area mediorientale ai tempi dell’Isis? Quali opportunità e quali pericoli per Israele?”

Introduce: Davide Romano, portavoce della sinagoga Beth Shlomo. Relatori: Marta Ottaviani (giornalista de La Stampa e Avvenire) Stefano Magni (giornalista de Informazione Corretta e La Nuova Bussola Quotidiana). A seguire, gli oratori saranno a disposizione per le domande da parte del pubblico.

Presso la Sinagoga Beth Shlomo,
Milano, Corso Lodi al civico 8/c (MM Porta Romana)

 

L’attentato terroristico di questa mattina alla sinagoga di Gerusalemme è solo l’apice di una lunga serie di atti criminali commessi dai palestinesi nei confronti di civili israeliani e certamente non sarà l’ultimo attentato a cui assisteremo. Il motivo è di una semplicità drammatica: Hamas ha bisogno come l’aria di innalzare la tensione e visto che l’occidente invece di condannarlo lo premia e addirittura lo legittima, continua imperterrito con i suoi attacchi ai civili israeliani.

Continua a leggere »

 

Cari amici

Si è verificato un guasto nel sistema di registrazione sul sito del Over The Rainbow e l’iscrizioni delle ultime due settimane (dal 01 al 14 Novembre) sono andate perse.

Il guasto è stato riparato e chi si fosse iscritto in questo periodo dovrà iscriversi di nuovo.

Grazie e mi scuso per il disturbo.

Eyal Mizrahi – Over The Rainbow Italy

02.90601452
328.4584284

eyal-m@amicidisraele.org

 

di Khaled Abu Toameh*

focus on israel

La guerra al terrorismo dellEgitto: il doppio standard della comunità internazionaleTre mesi dopo la tregua tra Hamas e Israele, gli egiziani muovono la loro guerra al terrorismo nel nord del Sinai. Ma la guerra dell’Egitto, che è iniziata dopo che i terroristi hanno massacrato 33 soldati egiziani, non sembra preoccupare la comunità internazionale e le organizzazioni per i diritti umani, almeno non tanto quanto l’operazione israeliana volta a fermare il lancio di razzi e di missili dalla Striscia di Gaza.

Continua a leggere »

 

Conclusione: sono sionista perche’ sono egoista e se muore Israele, nostro migliore e coraggioso alleato, dietro Israele moriremo anche noi…..
Oriana Fallaci

Dall’intervista originale in spagnolo: icees.org.bo
.

Continua a leggere »

 

Cari Amici,

 

                  siamo lieti di annunciarvi che su proposta  del Keren Hayesod Italia, la Sochnut (Agenzia Ebraica) ha aperto un nuovo ufficio di rappresentanza a Milano al fine di esplettare  tutte le pratiche relative all’Aliyah, e fornendo informazioni utili e aiuti concreti per quanto concerne gli studi universitari in Israele, Masa e Taglit.

               La rappresentante dell’Agenzia Ebraica, la Sig.ra Tamar Alon, sarà disponibile a ricevere il pubblico, presso gli uffici della Comunità Ebraica di Milano in Via Sally Mayer, tutti i Lunedì e i Martedì dalle ore 9.00 alle ore 14.00 e il Mercoledì dalle ore 14 alle ore 17.30.

              Per contattare direttamente la Sig.ra Tamar, e fissare un appuntamento, potete chiamarla allo 02-483110209 o via  mail tamaralo@jafi.org